Biscotti nevicata di riso

È da tanto che non pubblico una ricetta sul blog, devo assolutamente rimediare.

In queste ultime settimane ho raccolto un po’ di idee interessanti da proporre anche qui, per cui prossimamente ve le presenterò. Oggi vi parlo di dolcetti squisiti, perfetti per accompagnare il tè del pomeriggio e da gustare leggendo un buon libro.

Vediamo, dunque, cosa serve per prepararli.

biscotti di risoIngredienti:

  • 150 gr burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di latte
  • 200 gr farina di riso
  • 150 gr farina 0
  • 150 gr zucchero di canna (meglio se integrale)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci

Procedimento:

Tagliare il burro a tocchetti e riporlo in una ciotola, schiacciandolo con una forchetta. Aggiungere lo zucchero e mescolare, avendo cura di amalgamare gli ingredienti continuando a schiacciarli con la forchetta. Quando il burro si sarà ammorbidito abbastanza e lo zucchero si sarà mescolato con esso, aggiungere l’uovo e continuare a impastare finché il composto non avrà assorbito sia l’albume che il tuorlo. A questo punto, setacciare le due farine e aggiungerle all’impasto facendole “nevicare” direttamente dal setaccio. Impastare il più velocemente possibile e aggiungere anche il lievito e la vanillina. Una volta amalgamati gli ingredienti secchi, aggiungere i due cucchiai di latte. Se l’impasto fosse troppo morbido, potrebbe essere opportuno mettere meno latte o aggiungere farina in quantità moderate. Al contrario, se risultasse troppo solido, aggiungere un cucchiaio di latte in più. Lasciare riposare l’impasto, avvolto in un foglio di pellicola trasparente, in frigorifero per un quarto d’ora, poi stenderlo con il mattarello fino a raggiungere lo spessore di mezzo centimetro. Ritagliare i biscotti con l’aiuto delle formine che si preferiscono e poi adagiare i biscotti su una placca coperta di carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per un quarto d’ora o fino a doratura, lasciare raffreddare e servire.

Appunti:

Come ogni dolce fatto di frolla, anche i biscotti nevicata di riso non sono di facilissima preparazione, soprattutto se non avete dimestichezza con i dolci. È importante che l’impasto non si scaldi troppo con il calore delle mani, per questo io utilizzo un cucchiaio di legno per mescolare gli ingredienti, finché possibile. Di solito divido l’impasto in due palle, che avvolgo nella pellicola per alimenti, e le ripongo in frigorifero. In questo modo posso stendere un impasto per volta, impedendo che il burro in esso presente si scaldi troppo e il composto si ammorbidisca a tal punto da impedirmi di stenderlo. Per facilitare il lavoro, stendo la frolla in mezzo a due fogli di carta forno: in questo modo non si appiccica al mattarello e non sporco né la spianatoia né il mattarello.

Con questa ricetta viene fuori una buona quantità di biscotti (a me ne sono venuti quasi 70, ma ho utilizzato delle formine piuttosto piccole) e durano anche una settimana, se conservati in un barattolo a chiusura ermetica. Sono fragranti e friabili e non sono eccessivamente dolci, anzi, le papille captano un leggero gusto di sale che io gradisco molto. Potete personalizzare i biscotti immergendoli per metà in cioccolato fondente fuso e lasciandoli poi raffreddare; potete anche spennellarli con l’albume o con acqua e zucchero per decorarli con praline colorate di cioccolato e zucchero; potete, inoltre, spennellarli con della marmellata di albicocche o di pesche e spolverarli con della granella di nocciole.

Non vi resta che mettervi ai fornelli 😀

Buona merenda!

Mel

Mani in pasta

Chi mi conosce sa che la cucina è una delle mie numerose passioni.

Amo preparare da mangiare per le persone che amo e mi piace soprattutto preparare dolci, è una cosa che mi diverte.

Un freddo pomeriggio, quindi, ho organizzato una merenda a casa mia e ho sfornato una torta buonissima, già solo a guardarla si divorerebbe con gli occhi, figurarsi, poi, quando arriva al palato!

La ricetta è tratta da Giallo Zafferano, la riporto qui sotto nel caso in cui qualcuno volesse cimentarsi.

Crostata al cioccolato con crema alla ricotta

INGREDIENTI:

crostata-cioccolato-con-ripieno-di-ricottaPer la frolla

  • 225 gr burro freddo
  • 450 gr farina (io ho usato la 0)
  • 45 gr cacao amaro in polvere
  • 195 gr zucchero a velo
  • 5 tuorli

Per la crema

  • 750 gr ricotta vaccina
  • 100 gr zucchero (io ho usato quello integrale di canna)
  • 1 uovo intero
  • 1 bacca di vaniglia (io ho usato una fiala di aroma alla vaniglia)
  • 90 gr cioccolato fondente.

PROCEDIMENTO:

Preparare la frolla al cioccolato: setacciare la farina, il cacao e lo zucchero dentro il mixer, insieme al burro tagliato a tocchetti. Frullare, ottenendo un composto sabbioso. Aggiungere i tuorli e continuare a frullare. Trasferire l’impasto (farinoso e non amalgamato) su una spianatoia e compattarlo con le mani finché sarà morbido e liscio. Formare un panetto, chiuderlo in un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per 30 minuti (in freezer ne bastano 15).

Intanto, preparare la crema. Inserire nel mixer la ricotta, lo zucchero e i semi di una bacca di vaniglia (o la fialetta), aggiungere l’uovo e frullare fino a ottenere una crema densa e omogenea. Trasferirla in una ciotola e aggiungere il cioccolato fondente tritato finemente, amalgamandolo bene al composto. Coprire la ciotola con la pellicola per alimenti e riporla in frigo.

Imburrare uno stampo da crostata (24 o 25 cm di diametro). Stendere la frolla con il mattarello in mezzo a due fogli di carta forno e metterla nella teglia, avendo cura di far aderire bene i bordi. Ricordarsi di non farla troppo sottile, la torta dovrà avere una base solida e spessa più o meno un centimetro.

Compattare l’impasto avanzato e metterlo in frigo, poiché servirà per la decorazione finale.

Bucherellare il fondo della crostata con una forchetta, ricoprirlo di carta forno e porvi sopra dei legumi secchi. Infornare in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti circa. Una volta pronta, la frolla non dovrà risultare eccessivamente solida, ma neppure morbida. Lasciar raffreddare completamente fuori dal forno e poi procedere con la farcitura.

Versare la crema dentro la frolla, livellandola con un cucchiaio. Stendere la frolla avanzata ricavandone delle strisce e incrociarle sulla superficie della torta creando un motivo a losanghe.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti circa, regolandosi a seconda della cottura del proprio forno (nel mio, per esempio, ha cotto mezz’ora).

Una volta pronta, far raffreddare completamente e servire.

Va conservata in frigorifero e consumata entro due o tre giorni.

Appunti:

Nonostante Giallo Zafferano dica che questa torta si prepari in modo facile, devo dire di aver avuto le mie difficoltà. È lunga da realizzare, per cui, se dovete prepararla per un’occasione particolare o in vista di ricevere ospiti, vi consiglio di farla il giorno prima. A parer mio, potrebbe essere interessante aggiungere nella crema delle noci/nocciole/mandorle polverizzate nel mixer, per dargli un tocco in più e un gusto ancora più delizioso. Proverò! E se la proverete prima voi, fatemi sapere come sarà venuto il risultato 😀

Buon appetito!

Mel