Cronache di Primavera

Mi piacerebbe poter raccontare tutto quello che mi è accaduto (e che ancora accadrà) in questi mesi così felici e festosi, non ho altre parole con cui definirli. Purtroppo non ho sempre il tempo di aggiornare questo spazio virtuale, per cui cercherò di riunire sotto un unico post le ultime novità, sperando di non essere troppo dispersiva.

Come sapete, nei mesi di marzo e aprile sono stata ospite delle scuole medie (trovate il mio post-racconto cliccando qui) e delle elementari (potete leggere il resoconto qui), ma queste non sono state le uniche belle esperienze a rallegrare le mie giornate.

Sono stati mesi prolifici sotto molti punti di vista, ricchi di soddisfazioni sul piano personale.

Ho ricevuto doni fantastici, coronato sogni di lunga data. Sebbene i miei desideri fossero semplici e tutt’altro che irrealizzabili, ci è voluto comunque del tempo per poterli rendere realtà. E quindi, infine, ecco che sulla mia scrivania ha finalmente preso posto questa bellissima miniatura di una foca, divenuta una fedele compagna di avventure pronta a solcare mari d’inchiostro su vele di carta insieme a me. C’è un motivo dietro questo simbolo, ma non posso ancora svelarvelo, ahimè!

Melania D'Alessandro blog

Sul terrazzo di casa, invece, sono arrivate due nuove piante, che agognavo di avere intorno a casa da anni: un giovane alberello di magnolia, con le foglie ancora tenere, e una rigogliosa ortensia di un colore indaco tanto intenso da riempirmi il cuore di serenità.

Melania D'Alessandro blog magnolia

f878c7d2-3184-49ae-aadd-5716fc132274

Negli ultimi mesi, finalmente, ho riconquistato il contatto con la natura, dopo il lungo riposo invernale, ho ripreso a camminare in montagna, con lo sguardo perso nelle nebbie e gli scarponi fradici di rugiada.

La natura regala emozioni, scorci e viste meravigliose, come le gocce sulle foglie o tra gli stami dei fiori che paiono diamanti luccicanti al sole, o le distese dei prati di montagna, oppure ancora come i cristalli trovati per caso in mezzo ai ciottoli di un sentiero, venuti da chissà dove.

rugiada

cristalli

Passo della Mezzaluna

In tutto questo passeggiare e scovare tesori, reali o immaginari, anche la mia fantasia è stata stuzzicata e sufficienza. Dato che i progetti, le idee e i miei Melania D'Alessandro quadernone fabbriconepersonaggi aumentano a dismisura, traducendosi in uno sfacelo di fogli sparsi per la scrivania e per tutta la casa, mi sono finalmente decisa a riordinarli in un unico contenitore. Quella  che vedete qui a fianco è la mia ultima creazione, soprannominata “Quadernone Fabbricone” perché il suo contenuto è una vera e propria fabbrica di nuove idee e spunti per mondi d’inchiostro. Sono stata indecisa sul soggetto da disegnare sulla copertina, ma alla fine ho optato per uno dei simboli più belli, quando si tratta di scrittura: una piuma. Essa sta a significare lo strumento grazie al quale la parola viene scritta, ma anche la libertà di pensiero e di espressione che la scrittura e la lettura ci donano.

Le idee, sì, in questi mesi non sono proprio mancate. Ma vi dirò di più: la mia musa ispiratrice deve essere di un altro paese. Abbiamo problemi di fuso orario, evidentemente, dato che un giorno mi son svegliata alle cinque e mezza per appuntare spunti e frasi per una nuova storia che non so neppure se scriverò.

“Verba volant, scripta manent”. È questo uno dei motivi che anima la mia scrittura, negli ultimi anni. Scrivere significa lasciare una traccia, una testimonianza del proprio passaggio in questo mondo, nel quale non siamo che passeggeri, ospiti temporanei.
La scrittura ci rende vivi e ci permette di sopravvivere a lungo nei ricordi, nella memoria di chi verrà dopo di noi.
00d2aea2-1fc1-4594-b324-061b89874147In questi giorni sto leggendo questo piccolo gioiello che sarò felice di incastonare nella mia libreria, una volta che lo avrò concluso. Leggere è viaggiare, e io ho iniziato un viaggio alla riscoperta delle mie radici materne, per far rivivere nelle mie future parole scritte l’anima di una persona scomparsa a me cara, per renderla eterna attraverso i miei racconti.

“Ci sono buchi in Sardegna che sono case di fate […]. Ci sono statue di antichi guerrieri alti come nessun sardo è stato mai, […] porte di pietra che si aprono su mondi ormai scomparsi, e mari di grano lontani dal mare, costellati di menhir […].
C’è una Sardegna come questa, o davanti ai camini si racconta che ci sia, che poi è la stessa cosa, perché in una terra dove il silenzio è ancora il dialetto più parlato, le parole sono luoghi più dei luoghi stessi, e generano mondi. Qui esiste tutto ciò che viene raccontato, e quello che viene taciuto esiste perché un giorno qualcuno lo racconterà.”

Così scrive la Murgia nel suo “Viaggio in Sardegna”.

E, a proposito di storie e di scrittura, ho da fare un piccolo annuncio:

18301190_1962065787358245_4159263285858632358_n

Sì, avete capito bene: ho firmato il mio terzo contratto editoriale, e non vedo l’ora di potervi raccontare quali nuovi progetti mi abbiano tenuta impegnata ultimamente, oltre a quelli delle scuole. Presto, molto presto, svelerò tutto, ma intanto non mi resta che consigliarvi di venirmi a trovare al Salone del Libro di Torino, allo stand di Leucotea Edizioni (L 138, padiglione 2), perché comincerà tutto da lì.

Melania D'Alessandro Sogni di Carta Salone Libro Torino

Melania D'Alessandro La città nascosta Salone Libro Torino

E, già che siamo in tema di Salone del Libro, posso dirvi anche che porterò con me i miei beneamati topolini di feltro, realizzati appositamente per i lettori che vorranno adottarli!

GulliverSalTo

Vi aspetto, dunque! E quando sarò tornata dal Salone del Libro vi assicuro che passerò ad aggiornarvi, per lasciarvi un nuovo, emozionante resoconto.

Mel

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...